Maldive: quando andare?

Una volta entrato nel paese verrai catapultato in un paradiso senza spazio e tempo. Tutto sembra procedere a rilento. Ogni dettaglio è curato per invitarti a lasciarti alle spalle il caos e la frenesia della città. Devi solo lasciarti coccolare, rilassarti e assaporare questo angolo di paradiso.

Le Maldive sono una meta ideale per il relax e il sogno di molti viaggiatori. Si trovano nell’Oceano Indiano in quella porzione di mare compresa tra lo Sri Lanka e l’Africa. Le isole sono oltre 1000 e situate sia all’interno degli atolli sia lungo la barriera oceanica che delimita l’atollo, separandolo dalle profonde acque oceaniche. Quasi tutte le isole sono circondate da una propria barriera corallina che racchiude una laguna. Ma adesso andiamo dritti al punto e vediamo nel dettaglio qual è il periodo migliore per andare in vacanza alle Maldive.

Quali sono i mesi consigliati per andare alle Maldive?

Risposta secca: tutti! E, se continuerai a leggere, capirai il perché.

Da un punto di vista meteorologico, il periodo migliore per visitare questo paradiso terrestre è rappresentato dai nostri mesi invernali: tra dicembre e aprile ci sono maggiori possibilità di trovare le condizioni migliori. Questo periodo dell’anno corrisponde alla stagione secca dove le temperature medie oscillano tra i 28°C e i 32°C. Nei mesi compresi tra maggio e novembre le temperature rimangono pressoché le stesse, ma possono verificarsi piccoli rovesci con maggior frequenza. 

Per la loro posizione, infatti, le Maldive si trovano nella zona di passaggio dei cicloni tropicali, dove le piogge possono cadere con molta intensità, ma con la stessa velocità si dissolvono facendo tornare il sole. Perciò, anche se alcuni fenomeni ci possono apparire violenti (acquazzoni, venti a raffica), essi in realtà sono destinati a non durare che pochi minuti o al massimo qualche ora.

Se vuoi divertirti ad osservare da satellite le formazioni nuvolose intorno alle Maldive, noterai che è un continuo ribollire di batuffoli bianchi che si sviluppano dal nulla, si estendono in poche ore anche per centinaia di chilometri e poi in modo altrettanto veloce svaniscono.

La differenza tra le due stagioni comunque è minima in quanto il tasso di umidità è sempre elevato, ma mitigato dalle brezze marine, le temperature ambientali simili così come la temperatura dell’acqua, sempre calda grazie al clima monsonico, che oscilla tra i 28°C e i 32°C.

Il periodo climaticamente in assoluto migliore per vistarle è compreso tra febbraio e marzo, quando le piogge sono rare e di breve intensità e durata.

… quindi perché andare alle Maldive anche in bassa stagione?

E’ presto detto: costa meno e si possono fare esperienze difficili da fare nei mesi di “alta stagione”. Seguitemi. 

A fronte di una probabilità di rovesci di poco più alta rispetto alla stagione secca, andare alle Maldive durante la stagione umida può comportare un discreto risparmio. In questo periodo, difatti, molti dei resort propongono offerte veramente interessanti, come ad esempio “meal upgrade” (pensione completa al posto della mezza), o bambini gratis. 

Inoltre solo durante i nostri mesi estivi, o quasi, è possibile provare esperienza come quella di cui vi ho parlato in questo articolo.

A questo punto avete tutti gli elementi per scegliere quando  andare alle Maldive. Che aspettate a partire?

quando andare maldive, blog viaggi,

Se stai leggendo questo articolo è perché hai deciso di organizzare un viaggio alle Maldive. Mi piacerebbe accompagnarti in questo bellissimo viaggio portandoti a conoscere meglio queste isole dove tutto è volto al relax.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi gli ultimi articoli

Contattami e organizza il tuo viaggio dei sogni!